SERIE B. Vidi all’altezza, ma non basta: ko e proteste a Cornaredo

SERIE B. Vidi all’altezza, ma non basta: ko e proteste a Cornaredo

Condividi questo articolo

SERIE B – Campionato
REAL CORNAREDO – VIDEOTON CREMA 3 – 2

Longari, Maietti

È un Videoton rabbioso quello che esce dal campo del Real Cornaredo: i rossoblù giocano un match di qualità e carattere al cospetto dell’ex capolista, ma raccolgono meno di quanto meritato, complici anche alcune discutibili scelte arbitrali. Su tutte l’assegnazione della punizione, più che dubbia, che i locali trasformano nel gol-partita del 3-2.

Il Real Cornaredo è una delle formazioni più attrezzate del girone, ma il Vidi dimostra di essere all’altezza degli avversari: i sei punti di differenza in classifica non ci sono e si gioca alla pari.

L’equilibrio regna sovrano, per poi spezzarsi e ricomporsi immediatamente: i locali trovano l’1-0 a metà frazione sugli sviluppi di un corner; Longari colpisce una traversa e quindi firma l’1-1 con una bordata da fuori, impreziosita dall’assistenza al bacio di Tosetti.

La gara si apre, ma si tratta di una situazione di equilibrio dinamico: stavolta sono i rossoblù ad andare in vantaggio, con il morso del Cobra Maietti per l’1-2; ancora una volta la parità viene presto ristabilita, con il Real Cornaredo in grado di trovare il 2-2 con cui si rientra negli spogliatoi.

La ripresa vede i locali più determinati ed efficaci nel controllo del gioco, ma il Videoton sa essere molto pericoloso in ripartenza: un’azione corale di squadra porta al tiro Maietti, ma il palo strozza l’urlo di gioia in gola ai cremaschi.

Sono le sliding doors del match: proprio sull’immediato ribaltamento di fronte, il Real Cornaredo beneficia di un generoso calcio di punizione dal limite. Giustificate, ma vane le proteste dei rossoblù, che cadono proprio su questo episodio: i locali trasformano l’omaggio in gol, firmando il 3-2.

Mister De Ieso non può fare altro che giocarsi il tutto-per-tutto con il portiere di movimento in un finale ad alta tensione: la manovra risulta efficace e fluida, ma ancora una volta è il legno, stavolta la traversa, a fermare i cremaschi.

La classifica resta sempre molto positiva: il Videoton conferma la 6^ posizione. a pari punti col Pavia e a -1 dal 5° posto playoff del Lecco. 

Il calendario non poteva riservare scontri diretti più decisivi: la trasferta a Pavia e il match interno col Lecco diranno chi potrà ambire ai playoff.

Condividi questo articolo