SERIE B. Rimonta last minute: buon punto ad Aosta

SERIE B. Rimonta last minute: buon punto ad Aosta

Condividi questo articolo

Match caratterizzato da un caldo estivo nella trasferta più lunga della stagione: dopo lo 0-0 del primo tempo, succede tutto nella ripresa, con la doppia rimonta cremasca.
Lopez vanifica la prima rete aostana, il 2-1 locale a 43 secondi dalla sirena è ripreso dal 2-2 di Pagano a 9 secondi dal termine

 

SERIE B – Girone B

Sabato 13 Ottobre – Aosta

AOSTA 511 – VIDEOTON CREMA 2 – 2
Lopez, Pagano

 

Match fuori da ogni schema quello disputato dal Videoton ad Aosta.
Il caldo torrido percepito all’interno dalla palestra e un ultimo minuto di fuoco, seguito a una gara sostanzialmente priva di spunti, vedono i cremaschi tornare a casa con un punto positivo.

L’Aosta 511, formazione dai molti Under e con giocatori pronti al doppio turno, futsal e calcio a 11 (caratteristica che ha determinato la denominazione del team), mostra molta confidenza con le condizioni di gioco della palestra.
Disillusi i cremaschi che si aspettavano più miti e fresche temperature in quel di Aosta, dove è il caldo a farla da padrone: il primo tempo si chiude inaspettatamente sullo 0-0, parziale che rispecchia l’andamento della partita. Fino all’intervallo un solo sussulto per parte:solo  una conclusione di Maietti, terminata a lato di un soffio, e qualche tentativo locale, ben sventato dall’attento Fumagalli; da segnalare anche le proteste cremasche per un penalty non concesso.

La ripresa si apre con il repentino e improvviso vantaggio aostano: l’1-0 scuote il Vidi, con mister De Ieso che sceglie il portiere di movimento per scardinare la difesa locale. Dopo sette minuti di buona circolazione, ecco il meritato pareggio, arrivato con un’altra imprevedibile azione: nonostante l’uomo in più, l’1-1 arriva con una stoccata dalla distanza, lasciata partire dal mancino di Lopez, per il gran gol del pareggio.

Il Videoton mantiene il portiere di movimento anche dopo l’1-1, puntando al sorpasso, ma dopo cinque minuti di vani tentativi e ristabilita la situazione standard di gioco con Fumagalli in porta, ecco il forcing dell’Aosta, premiato proprio all’ultimo minuto.

Il 2-1 a 43 secondi dalla sirena sembra una condanna, ma non per il Vidi, che si rimette subito in carreggiata e attacca a testa bassa: la mischia in area locale a 9 secondi dalla sirena si chiude con la deviazione vincente di Pagano per il 2-2 che non cambierà più.

Per come si era messa la gara, vista la situazione di svantaggio maturata due volte, di cui l’ultima nel corso dei 60 secondi finali, il pareggio vale moltissimo per questo Vidi, ancora in fase di rodaggio, ma in grado di mettere in campo grinta e testa nei momenti topici della partita.

Le insolite condizioni di gara, unitamente a un fondo particolare, hanno ovviamente visto l’Aosta sfruttare la propria attitudine a giocare in questo contesto, pur senza demeritare: il pareggio è un risultato giusto.

Ora la testa è già al prossimo impegno: sabato 20 ottobre si torna alla Palestra “Toffetti”, per la sfida al Carmagnola, bestia nera dei cremaschi lo scorso anno.

La speranza è che, dopo aver sfatato il tabù di Aosta, dove lo scorso anno il Vidi fu rimontato da 0-2 a 2-2 proprio all’ultimo minuto, ci sia anche un’altra rivale da superare.

Condividi questo articolo