SERIE B. Partita stellare nel primo tempo, nella ripresa passa l’L84! Ora il super match con i Kaos di Serie A

SERIE B. Partita stellare nel primo tempo, nella ripresa passa l’L84! Ora il super match con i Kaos di Serie A

Condividi questo articolo

Rossoblù avanti 3-2 all’intervallo, ma ko 3-9 con la capolista. Martedì 19 Dicembre, ore 20.30, i ferraresi ospiti alla Toffetti per la gara di Coppa Divisione: che spettacolo!

 

Il Videoton Crema continua ad alzare l’asticella.

Il ko interno con la capolista L84 fa ancora battere i cuori rossoblù per le grandi emozioni regalate agli oltre 350 spettatori presenti alla Palestra “Alina Donati De Conti” a Crema per il big match.

Una prima frazione sontuosa del Vidi, che nonostante la doppietta-lampo del cecchino Turelo, brasiliano brevilineo dal tiro esplosivo, e le giocate del funambolo El Adlani, talento di estro e rapidità dal Marocco, ha la forza di ribaltare il match prima dell’intervallo: la punizione sagace di Tosetti trova un varco nella barriera per l’1-2, mentre l’intercetto di Maietti permette al Cobra di arrivare al 2-2 che infiamma la Toffetti.
Rossoblù scatenati e L84 annichilito: i cremaschi trovano anche il 3-2 con un colpo da maestro di Peverini, che calcia direttamente da posizione estremamente defilata (dal corner), ma non solo. Prima dell’intervallo Tosetti centra l’incrocio e i cremaschi mancano occasioni importanti per il poker.

Gli errori non resteranno impuniti nella ripresa: dopo la super rimonta con i Saints Pagnano, i piemontesi dell’L84 si confermano a Crema con un incredibile parziale nei primi dieci minuti della ripresa. Gli ospiti gonfiano la rete per cinque volte in dieci minuti, trascinati dai due top player: El Adlani guida la rimonta, Turelo porta a 5 i gol personali di giornata. Sotto 3-7 il Vidi prova il portiere di movimento, ma invano: nell’ultimo minuto arrivano i gol ospiti per il definitivo 3-9.

Un’incredibile girandola di emozioni, in cui ai rossoblù restano soddisfazioni per un primo tempo super e rimpianti per aver concesso troppo in avvio di ripresa; agli ospiti il meritato primato in classifica, confermato ancora una volta ribaltando il match come accaduto con i Saints Pagnano.

Una gara da cui imparare molto: è da questi confronti ad alto livello che si può continuare a crescere e alzare l’asticella.

Un match chiuso con un punteggio ingeneroso per il Vidi, che ora si prepara in vista del super match di martedì sera: alle ore 20:30 i Kaos di Serie A scenderanno in campo alla Toffetti contro il Videoton in Coppa Divisione.

Il meglio del futsal italiano a Crema: sarà un Christmas Match di lusso!

Sabato 16 Dicembre 2017
Palestra “Alina Donati De Conti” – Ombriano – Crema (CR)

VIDEOTON CREMA – L84 3 – 9
Tosetti, Maietti, Peverini

Match fantastico alla Toffetti, dove il Videoton Crema gioca un primo tempo esaltante al cospetto della capolista L84: all’intervallo rossoblù avanti 3-2!
I piemontesi sono però protagonisti di una ripresa letale e allungano fino a un passivo ingeneroso per i cremaschi per quanto visto in campo.

La gara si disputa senza mezze misure per tutta la sua durata: avvio sprint dell’L84, che prova a imporre il proprio gioco, anche se la prima occasione è per il Vidi: Maietti si lancia sul cross teso di Peverini e impatta in maniera non pulita; pallone verso lo specchio, ma respinto dalla traversa!

Nonostante i cremaschi ci provino in contropiede, arriva il doppio vantaggio ospite, meritato per l’approccio dei piemontesi, con lo 0-2 firmato dalla doppietta di Turelo in 8 minuti.
Prima un guizzo appostato sul secondo palo, beneficiando dell’assist di El Adlani da un calcio di punizione battuto velocemente; poi un intercetto su un passaggio in orizzontale di Pagano per concludere a rete contro Mastrangelo.

In mezzo ai due gol da segnalare anche la parata di Mastrangelo, che manda sulla traversa il bolide di De Lima, ma arrivano anche segnali di risveglio Vidi: Villa colpisce un legno, Pagano prova a rimediare all’errore con una buona sortita in avanti, Ghezzi mostra qualità e personalità, Longari entra bene in gara.
Con il passare dei minuti, nella seconda parte del primo tempo prende corpo un vero dominio rossoblù: a riaprire la partita ci pensa la punizione conquistata da Pagano e trasformata da Tosetti, che approfitta di una barriera ospite non perfettamente disposta e trova di giustezza l’1-2 che infiamma i tifosi cremaschi.

L’inerzia è tutta a favore dei padroni di casa: errore ospite in fase di impostazione, con intercetto e transizione di Maietti a centrocampo, con il Cobra che si invola in solitaria per il 2-2 da urlo!

Il Vidi non ne vuole sapere di fermarsi e continua a spingere: doppia occasione per Peverini, una volta fermato da una paratona, una volta non precisissimo, ma il terzo tentativo si rivela un gol capolavoro. Arrivato nei pressi del calcio d’angolo, Peverini si inventa una super conclusione, potente e giro, da posizione defilata: palla in rete e boato della Toffetti per il 3-2!

Nel finale di frazione il Vidi manca il poker in almeno tre occasioni: Peverini manca il tap-in da corner, Maietti recrimina il penalty, stoppato sul più bello, e Tosetti centra un incrocio clamoroso.
Doppia chance per Turelo allo scadere, ma Mastrangelo chiude bene lo specchio in uscita.

La ripresa si apre, come il primo tempo, con il forcing ospite, ma stavolta con un parziale devastante: l’L84 gonfia la rete per 5 volte in 10 minuti, approfittando di palle inattive e incertezze locali, con Turelo che arriva a quota 5 centri personali.

Ad aprire la rimonta ci pensa El Adlani, con la punizione del 3-3 all’angolino, seguita immediatamente dal 3-4 di Turelo, che gonfia la rete sugli sviluppi di un corner. La stoccata di Marchiori vale il 3-5, mentre un Vidi sotto shock prova a reagire: Maietti è sempre in agguato, ma colpisce il terzo legno rossoblù, mancando il gol che avrebbe riaperto il match. A seguire, però, arrivano il 3-6 in ripartenza e il 3-7 gioiello di tacco, entrambi firmati da Turelo.

Sul parziale di 3-7 a metà ripresa vede i cremaschi reagire col portiere di movimento, ma il punteggio non cambia più, se non nei due minuti finali: Ghezzi colpisce un palo clamoroso, con Maietti che porta a cinque il conto dei legni cremaschi; allo scadere gli ospiti colpiscono dalla distanza con il rinvio del portiere Luberto e il colpo di Iovini rispettivamente per il 3-8 e il 3-9 finale.

Condividi questo articolo